Chirurgo estetico
Chirurghi estetici.net
 
Chirurghi plastici estetici
Sono presenti oltre 100 Chirurghi plastici ed estetici

  Home page

  Quando è utile l'intervento di chirurgia estetica?

Se sussistono i presupposti, ovvero se il chirurgo valuta che esista un reale e concreto difetto o problema (che spesso è di tipo sia fisico-estetico che psicologico) e che un intervento possa portare dei risultati ovvero dei benefici, vi è una valida indicazione terapeutica, e l'intervento può essere eseguito.
 

Ma se il chirurgo durante la visita, valuta che la paziente non ha nessun difetto reale ed effettivo, oppure valuta che pur esistendo un difetto non è possibile correggerlo con risultati soddisfacenti o che possano migliorare la condizione attuale, non vi è una valida indicazione terapeutica, e l'intervento dev'essere sconsigliato, perchè oltre ad un inutile perdita di tempo, denaro e stress, potrebbe addirittura aggravare la situazione della paziente, sia sul piano fisico che psicologico.
 

E' chiaro quindi che il concetto di indicazione terapeutica dev'essere la premessa che precede ogni intervento e che dev'essere valutata caso per caso dal chirurgo estetico, perchè non dimentichiamo che ogni paziente è diverso dall'altro.
Infatti molti pazienti spesso accompagnano insieme al difetto fisico o fisiologico, anche uno stato di ansia, agitazione, insicurezza che dev'essere valutato attentamente in quanto spesso anche la correzione di un piccolo difetto (o che appare piccolo per gli altri) può portare enormi miglioramenti sul piano psicologico, e nella sicurezza che sia ha verso se stessi e nei confronti del mondo esterno, ovvero nelle relazioni con gli altri.
 

Nella maggior parte dei casi il paziente, quando decide di consultare un chirurgo estetico-plastico, manifesta già la determinazione di voler eliminare un'imperfezione.
Un leggero stato d'ansia certo di solito è presente, ma il medico saprà aiutare a non lasciarsi travolgere da eccessive preoccupazioni.
Generalmente, dopo un iniziale timore, il paziente si rilassa e partecipa con entusiasmo alle proposte dell'esperto.
 

Esistono però numerosi altri casi di pazienti che presentano tali disagi di ordine emotivo e psicologico, che portano il chirurgo, dopo un attento esame, a sconsigliare l'intervento. Principalmente si tratta di persone con seri problemi personali, segnate da un vissuto costellato di traumi, abbandoni, difficoltà economiche o che semplicemente stanno attraversando un momento di crisi dovuto a un recente evento negativo della propria vita.
 

Il medico saprà accostarsi con tatto, valutando con particolare attenzione il delicato equilibrio psicologico.
In questi casi verrà spiegato al paziente che in seguito all'atto chirurgico può verificarsi il rischio aggravare una situazione già precaria. .




  © 2016 Chirurghi Estetici.net -
Informazioni di chirurgia plastica e di chirurgia estetica